COMMO

La mobilità che il consorzio si propone di realizzare nel corso dei due anni consiste in una mobilità da/per i paesi della riva sud del Mediterraneo e dei Balcani:

  • nel primo anno è prevista una mobilità di staff (personale tecnico-amministrativo ed accademico) al fine di garantire un processo di formazione omogeneo dei soggetti coinvolti e fornire le basi per una migliore preparazione e formazione degli studenti;
  • nel secondo anno una mobilità di studenti (triennale,  magistrale e dottorato di ricerca) per motivi di studio.

Gli obiettivi specifici che il consorzio mira a soddisfare sono i seguenti:

  • Contribuire al miglioramento della dimensione internazionale dell’istruzione e della formazione, in particolare attraverso la cooperazione tra istituti di istruzione superiore in Italia e nei paesi del Sud del Mediterraneo nonché dei Balcani, primariamente attraverso la promozione di esperienze di mobilità e di cooperazione;
  • Sostenere gli studenti nell’acquisizione di competenze e capacità (come ad esempio l’apprendimento di nuove lingue) al fine di sviluppare il proprio profilo accademico e garantirsi nuove opportunità lavorative;
  • Mirare ad una più profonda comprensione delle culture del Mediterraneo e dei Balcani, fornendo l’’opportunità di creare partnership internazionali, di partecipare attivamente alla vita sociale del proprio paese ed allo sviluppo di un’identità euro mediterranea;
  • Facilitare e semplificare la gestione amministrativa, burocratica ed organizzativa delle attività di mobilità sia nelle fasi preparatorie che operative della mobilità.

COMMO avrà principalmente tre diversi tipologie e livelli di impatto:

  • Livello istituzionale;
  • Livello economico-sociale;
  • Livello nazionale/regionale.

L’impatto a livello istituzionale interessa primariamente gli istituti partner all’interno del consorzio, sia italiani sia della riva sud del Mediterraneo, le cui capacità di cooperazione e di gestione internazionale risulteranno accresciute potendo del resto beneficiare del trasferimento di nuove conoscenze e di bagaglio culturale arricchitosi grazie alle nuove esperienze di scambio e mobilità: sia in uscita che in entrata. Un flusso crescente di studenti e personale internazionali indurrà le facoltà ed i dipartimenti delle università ospitanti coinvolte ad adeguare e migliorare le proprie procedure di accoglienza dei partecipanti. A livello di benefici per il consorzio tutto, l’esperienza di programmi internazionali rafforzerà la possibilità di creare nuovi programmi di scambio con gli stessi membri facenti parte del consorzio. Il progetto favorirà altresì lo sviluppo del networking a livello internazionale e istituzionale: i dipartimenti universitari degli atenei ospitanti e di invio saranno in stretto contatto tra di loro e ciò porterà allo sviluppo di nuove concrete possibilità per collaborazioni future di lunga durata. Del resto la stipula di accordi inter-istituzionali farà sì che i rapporti costruiti durante il progetto restino in vigore anche dopo la fine del progetto.